• facebook
  • twitter
  • youtube
  • Saper lavorare - L'essenziale in 5 eBook

    Troppe trattenute in busta paga


    Come contributi e tasse penalizzano salari e crescita

    Terminate le ferie, si torna al lavoro e si ricomincia a parlare di cuneo fiscale e contributivo. A breve, infatti, si terrà l’incontro tra il Governo e i sindacati che darà il via al preannunciato “autunno caldo”, il quale verterà soprattutto sui temi della produttività e della ripresa dei salari. Il Ministro Fornero ha dichiarato, ai microfoni di Radio 1 Rai durante il programma “Prima di tutto”, che verranno studiati diversi provvedimenti. “Si tratta di trovare risorse – sottolinea il Ministro -, e nessuno si aspetti che saranno su vasta scala. Io personalmente sono abbastanza attaccata all’idea di una riduzione del cuneo fiscale legata a buone relazioni di lavoro. Però sono aperta – conclude -, questa è solo una delle ipotesi che vengono studiate”.

    Ma cos’è il cuneo fiscale e contributivo?
    Con tale termine si intende il divario tra il costo del lavoro sostenuto dalle imprese e quanto effettivamente percepisce il lavoratore in busta paga. Divario determinato da trattenute fiscali e contributi previdenziali che incidono inevitabilmente sull’ammontare del reddito finale.

    In Italia, secondo i dati diffusi dall’Ocse (Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico) lo scorso aprile, il peso della contribuzione sociale e della tassazione sui salari nel 2011 è stato pari al 47,6%, contro una media europea del 35,3%. Nello specifico, detto valore prende come campione di riferimento un lavoratore single senza figli, ma anche considerando un capofamiglia di famiglia monoreddito con due figli, l’Italia si piazza tra i primi tre Paesi con la più alta “pressione fiscale e contributiva” sui redditi da lavoro.

    Soprattutto in tema di pensioni, la percentuale di contributi pagati da imprese e lavoratori è sempre al centro del dibattito relativo al problema dell’eccessivo costo del lavoro. In busta paga, infatti, le voci previdenziali e assistenziali sono diverse, e spesso vi è incertezza circa la natura e la loro entità. Alla luce di ciò, le soluzioni all’esame dell’Esecutivo sono molteplici. Una di queste è stata anticipata dallo stesso Ministro Fornero qualche settimana fa nel corso del Meeting svoltosi a Rimini. L’idea è di sperimentare una riduzione dei contributi previdenziali solamente per quelle imprese che “valorizzano il capitale umano”, in quanto, come ribadito dal Ministro, “non possiamo semplicemente abbattere il cuneo fiscale per tutti i lavoratori”. Una sorta di decontribuzione dunque, ma riservata a una cerchia ristretta di aziende.

    Voi cosa ne pensate?

    Laura Giulia Cerizza
    Redazione Global Publishers



    Nella Categoria: GalleryPensioni

    Tags:

    Informazioni sull'Autore:

    RSSCommenti (11)

    Invia una risposta | Trackback URL

    1. Mosè Sorbo says:

      TROPPE…TROPPE…TROPPE… = uno stipendio di 1.200 euro è SIACCIATO da atrattenuta del 58% !!! ; per …POI…rItrovarsi ANCHE a..pensione in FIN di VITA e “sulla media degli ultimi DIECI anni ” !! = STRAsfruttamento e d ORGANIZZATO SISTEMA di MORTIficazioni.. PER “comprare CACCIAbombardieri e STRAPAGARE INUTILI MIGLIAIA di paseudo onoreVOLI ed acCOLITI SENZA fine…OLTRE che l’ESENZIONE TOTALE (0ANZI..”CON TRIBUTI PUBBLICI” alla cosiDETTA “chiesa”…!! BASTAAAAA….VIAAA..IN GALERAAA..

    2. silvio gennari says:

      MI DOMANDO SE LA MINISTRA FORNERO ABBIA MAI PENSATO DI ANDARE A ZAPPARE LA TERRA.VOI RISPONDERETE CHE NON E’ IL SUO MESTIERE. ED IO VI DOMANDO: FARE IL MINISTRFO E’ IL SUO MESTIERE?

    3. roberto says:

      MA LO STATO DOPO AVER RUBATO, SUL RIMANENTE CHE SERVE A VIVERE CI GUADAGNA ANCORA PERCHE SU QUELLO CHE DOVETE SPENDERE CI APPLICA ANCORA I’IVA E BALZELLI VARI A CUI NON CI SI PUO’ SOTTRARRE. E ALLORA COL C…O CHE SIAMO AL 47,6. PROVATE A FARE BENE I CONTI, E POI VI RENDERETE CONTO DI QUANTO LADRI SIANO A ROMA E TUTTI I GOVERNI SONO UGUALI!! PASSIAMO COMODAMENTE IL 60% SENZA PROBLEMI!!! E POI CI CHIAMANO EVASORI E NI PURE A PAGARGI PURE STIPENDI E TUTTE LE SPESE VARIE E PURE LA PENSIONE A 50 ANNI!! che schifo.

    4. andrea says:

      monti berlusconi la fornero e tutti sti stronzi per conto mio possono anke andare a fare in culo con gli interessi

    5. Penso che questa vs. domanda-inchiesta sia quasi un invito alla scurrilità globale ed alla voglia di divenir streghe o fattucchieri per lanciare i peggiori anatemi su chi dice ed afferma di star li a governaci … per salvare l’Italia, portando però gli italiani al suicidio: ad un giornalista locale che mi chiedeva quali categorie avesse veramente agevolato il Monti (restio a scoperchiar li conti svizzeri tra li qual lo suo). Ho seccamente risposto: le banche, i banchieri e gli impresari di pompe funebri.

    6. ROBERTO says:

      sono i politici ,cosidetti onorevoli ,senatori ci anno portato alla rovina …. ma nessuno parla e dice , questi signori devono percepire al mese 2000 euro e basta . se davvero vogliono fare i politici. altrimenti che nè stiano a casa . il mio stipendio di 1300 euro e fermo a sei anni fà ….però sono obbligato ad andare in macchina a lavorare . la benzina il gasolio sono alle stelle. tanto con il loro stipendio cosa se nè fregano. aerei , cene. biglietti , autostrade congressi che non concludono mai un cazzo di niente . basta ce nè sarebbero da dire tante

      VERGOGNATEVIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII DI QUALSIASI COLORE, VOI SIETE …NON SE Nè SALVA NESSUNO

    7. roberto says:

      deve mettere altre tasse monti visto che siamo sempre pronti metterci a 90 gradi,siamo veramente pecoroni

    8. aldous says:

      Hanno imbrogliato gli Italiani abituandoli sempre a confrontarsi sullo stipendio netto e mai sul lordo totale. Fregandoli, massacrandoli di tasse ed imposte tanto pagavano le aziende il cui costo del lavoro è però tra i più cari al mondo. Tasse tasse tasse per pagare gli sperperi della classe politica !!!

    9. Marco says:

      Salve, ve ne siete accorti solo adesso ?

    10. luca says:

      …e quando c’era il tanto odiato berlusconi, aveva portato al 10% la tassazione sulle ore straordinarie pur di incentivare il lavoro!! non come ora….io ci rimetto in media 250 euro al mese!! maledetto governo, li dovete spendere in medicine !!!!!!

      • ANTONELLA says:

        PER LUCA…..
        BERKUSCONI HA TOLTO L’ICI POI IL SUO AMICO MONTI HA MESSO L’IMU…….IL SIGNOR PUTTANIERE BERLUSCONI CI RACCONTAVA CHE LA SINISTRA SI ERA INVENTATA LA CRISI, ….E SE NON AVESSE PASSATO LA PALLA AL SUO AMICONE MONTI, A NOVEMBRE NON AVEVANO NEPPURE PIU’ I SOLDI PER PAGARE GLI STIPENDI….IN PIU’ ORA HA ANCHE LA FACCIA COME IL CULO DI RIPRESENTARSI??????? SONO STATI 20 ANNI AL GOVERNO E TRA LORO LA SINISTRA ,QUELLI DI CENTRO E C’E’ DA DIRE ECC.ECC.ECC. PERCHE’ ANZITUTTO ABBIAMO PIU’POLITICI NOI CHE TUTTO IL RESTO DEL MONDO ED OLTRE AD ESSERE ESAGERATAMENTE IN TROPPI …….NON SANNO NEPPURE CONTARE FINO A DIECI E CI RUBANO TUTTI QUANTI IL PANE QUOTIDIANO NONOSTANTE SI LAVORI COME DEI CRETINI PER SODDISFARE LA LORO FAME DI SOLDI ……PER ME DEBBONO ANDARSENE A CASA TUTTI QUANTI ..,…..MA SOPRATTUTTO CON ZERO E RIPETO ZERO SOLDI ZERO CASE ECC.ECC. PER NON DIRE A CASA A FORZA DI CALCI NEL CULO COME LORO STANNO FACENDO CON NOI ORMAI DA TROPPI TROPPI ANNI …….SONO SOLO DEI LADRI DELINQUENTI E MAFIOSI

    Invia una risposta