• facebook
  • twitter
  • youtube
  • Saper lavorare - L'essenziale in 5 eBook

    AAA cercasi panificatori


    Mancano i panificatori, nonostante la crisi e gli stipendi alti offerti per la mansione.

    Alla fine dell’estate aveva destato grande scalpore l’intervista rilasciata a Corriere.it dal Presidente di Assopanificatori Abruzzo, Vinceslao Ruccolo, in cui si evidenziava la carenza di figure professionali.
    Ruccolo, infatti, lamentava la mancanza di circa un centinaio di fornai per le aziende abruzzesi, ricordando che queste figure professionali arrivano a guadagnare anche 2-3 mila euro mese, tra paga base, straordinari, lavoro notturno, festività e premi di produzione.
    Le difficoltà a reperire manodopera per i panifici, ovviamente, non si riscontrano solo in Abruzzo, ma nella maggior parte del territorio nazionale. Secondo le stime delle Associazioni di categoria mancano, nei forni italiani, dai 3.000 ai 4.000 addetti; questo nonostante la crisi del settore che ha visto il diminuire dei consumi procapite e l’avanzare dei prodotti industriali.
    Ancora, l’Associazione fornai di Roma rilancia la denuncia di mancanza di manodopera nei forni della capitale di circa 300 addetti, nonostante il buon livello di retribuzione.

    In un momento di forte crisi occupazionale le aziende hanno, paradossalmente, difficoltà a rintracciare figure professionali. Mancano soprattutto i giovani italiani che, forse per il particolare regime di lavorazione, che si svolge di notte, preferiscono altre occupazioni, anche meno redditizie.
    La paga base per un fornaio è di circa 1.500 euro lordi al mese per 14 mensilità, cui vanno aggiunti una serie di elementi flessibili, in ragione dei territori, dei periodi dell’anno e delle aziende come: straordinari, lavoro notturno, festività, premi di produzione, elementi che possono portare il reddito anche a superare i 2.000 euro mese con punte, in alcuni casi eccezionali e per le figure più specializzate, che si avvicinano ai 3.000, sempre lordi.
    Quello del pizzaiolo o del panettiere è, senza dubbio, un mestiere che non si improvvisa e richiede grande professionalità e conoscenze complesse che si apprendono negli appositi corsi di formazione, soprattutto per gli orari particolari e l’impegno fisico che richiedono.

    Il profilo professionale del pizzaiolo
    L’arte di fare pizza richiede abilità ben precise, come la conoscenza delle diverse tecniche di impasto e lievitazione e il corretto utilizzo degli ingredienti di base per pasta e farcitura. Un pizzaiolo:

    • Conosce gli ingredienti di base per la preparazione dell’impasto
    • Realizza l’impasto e segue il processo di lievitazione
    • Sa manipolare la pasta e stendere la pizza
    • Conosce gli ingredienti per la farcitura e li abbina con gusto
    • Conosce le tecniche di cottura

    Il profilo professionale del panettiere
    Il panettiere condivide con il pizzaiolo basi comuni, per questo le due figure professionali sono spesso associate. Il panettiere è uno specialista nella produzione di pane e altri prodotti da forno, svolge la sua attività manualmente e attraverso macchinari e appositi strumenti. Conosce a fondo le tecniche di panificazione e segue tutte le fasi della preparazione del pane, dalla lievitazione dell’impasto alla cottura. Un panettiere:

    • Realizza l’impasto per pane e altri prodotti da forno
    • Organizza e gestisce il magazzino
    • Si occupa della manutenzione dei forni
    • Conosce le tecniche di panificazione
    • Sa adattarsi a un orario di lavoro notturno

    La formazione e l’attestato HACCP

    Per ottenere la qualifica di pizzaiolo o panettiere non è necessario avere un titolo di studio particolare: è sufficiente frequentare corsi di formazione professionali, pubblici o privati, che offrano una qualifica specifica nei settori della produzione di pizza o della panificazione. Attraverso un corso mirato, infatti, è possibile apprendere le tecniche di impasto, di manipolazione, di levitazione e di cottura della pizza o del pane.
    È importante ricordare che un pizzaiolo – panettiere, per poter esercitare la professione, deve possedere l’attestato HACCP(Hazard Analysis and Critical Control Points). È un sistema di controllo sull’igiene e la sicurezza alimentare riconosciuto a livello europeo. Tutti gli operatori che si occupano di produzione alimentare, quindi anche i panettieri e i pizzaiolo, hanno l’obbligo di conseguire l’attestato HACCP per poter lavorare.

    La Scuola di Cucina di Accademia e Lavoro

    La Scuola di Cucina di Accademia e Lavoro eroga un corso per diventare pizzaiolo – panettiere, che permette di acquisire una formazione pratica subito spendibile nel mondo del lavoro e di imparare il mestiere in tempi rapidi.
    Il corso per pizzaiolo – panettiere prevede una parte teorica on line o cartacea, da seguire comodamente da casa, e una parte pratica intensiva nei laboratori della Scuola. Alla fine del corso i più meritevoli avranno la possibilità di svolgere uno stage presso aziende, ristoranti e laboratori artigiani convenzionati.

    In sintesi, il corso è così strutturato:

    • Lezioni introduttive a distanza: è possibile seguirle comodamente da casa in 4 mesi (o in 2 mesi, in formula intensive).
    • 80 ore di lezioni pratiche distribuite in 9 giornate consecutive: si terranno presso i laboratori della Scuola di Cucina o in altre strutture convenzionate.
    • Stage: su richiesta, e previa valutazione della Scuola, è prevista la possibilità di svolgere uno stage di 2 mesi presso ristoranti, alberghi o aziende del settore.

    Il corso è organizzato su due livelli: al termine del livello base sarà rilasciato l’attestato HACCP; al termine del livello avanzato la Scuola di Cucina rilascerà un attestato di partecipazione di natura privata.

    Certo i tempi di impiego vanno a scapito della vita sociale notturna, privilegiata dai giovani, anche se occorre dire che oggi le nuove tecnologie consentono ritmi di lavoro più contenuti per cui gli orari si sono molto modificati e concentrati, consentendo cicli di produzione meno articolati.

     

    Redazione Global Publishers

    Fonte: http://www.assopanificatori.it/

    Vi interessa lavorare nel settore alberghiero? Cliccate qui per scoprire un’interessante iniziativa



    Nella Categoria: CarriereFormazioneGallery

    Tags:

    Informazioni sull'Autore:

    RSSCommenti (216)

    Invia una risposta | Trackback URL

    1. Sono una ragazzo di 31 anni di roma,e cerco disperatamente un lavoro serio e sicuro in questo campo….in cui lavoro da 13 anni. Ho lavorato sia in panifici industriali che non. grazie 3482540582

    2. BRUNO says:

      SE VOLETE LAVORARE COME PANETTIERI SPECIALIZZATI CHIAMATE E VISITATE IL SITO http://WWW.CORSOPANETTIERE.IT

    3. Daniele says:

      Ciao biongiorno a tutti …io ho 30 anni e da 15 faccio il panettiere
      Cerco lavoro …e mi posso anche spostare fuori nazione…
      3922030714

    4. virgilio says:

      sono un fornaio con piu di 20 anni di esperienza sul settore…cerco urgentemente lavoro come fornaio o pizzaiolo…questo e il mio numero 3280481739

    5. Marcelin says:

      Io sono un panetiere con scuola di panetiere, experienza di 5 anni e non non trovo lavoro in provincia di Vicenza come panetiere. Ho la famiglia e due bambini e si parla sempre che hanno bisiono di panetieri. S potete dare una mano conttatemi a 3928576536.

    6. salvatore di parenti says:

      sono un panettiere e pizzaiolo esperto nel settore della panificazione da oltre 13 anni, sono esperto in colazione rosticceria varia.ho 29 anni e cerco lavoro disponibile anche al trasferimento.tel 3896491027 no perditempo

    7. attilio says:

      ho 30 anni di esperienza come panettiere e sono del 1968 cerco lavoro come insegnante panettiere in lombardia nelle vicinanze di lecco , sono esperto di laboratorio, forni e trattative con clienti. lavoro con molta passione ma per problemi interni all’azienda preferisco cambiare lavoro.

    8. io ho fatto il panettiere x circa 15 anni,ho sempre lavorato sabato e domenica,perche nella mia zona viene considersato turistico,adesso a 45anni rimpiango di non aver continuato,anche se è una vita di sacrifici,basta solo organizzarzi la vita..tornassi indietro non cambierei nessun lavoro

    9. robert says:

      cerco lavoro come panetiere celo diploma mio numero di contatto 3206029685 grazie

    10. bobby says:

      Vorrei sapere se a Milano si svolgono dei corsi da panettiere,ovviamente mi interessa il serale.
      Dateni una risposta..

    11. gregorio says:

      sono 20 anni che lavoro in panifici ,per chi conosce segreti di questo mestiere e’ favoloso lavorare , solamente gli orari possono creare difficolta’ di vita ,per questo sono ben pagati ,adesso lavoro il precotto e surgelato e’ sinceramente non lavoro di notte ,ma se qualche azienda mi cercherebbe io andrei solo per 6.000.00 euro al mese la mia vita non ha prezzo

    12. daniela says:

      prima di tutto vorrei dire che romania e in U.E,guindi i romeni nn sono extracomunitari,informatevi meglio prima< di parlare

    13. armando says:

      salve sono armando un ragazzo di 33 anni sono di siracusa circa 2 mesi fa ho fatto il corso di panettiere e nessuno mi

      voluto sono disposto a trasferirmi
      cerco aiuto anche in altri mestieri da qualcuno che mi possa aiutare grazie cordiali saluti

    14. crescenzo says:

      ciao mi chiamo crescenzo ho 19 anni e il panificatore e un lavoro che mi sta attirando da parecchio tempo ma nn trovo lavoro qui e ho voglia di imparare questo mestiere e a dire la verita gli orari non mi danno fastidio e sinceramente ho voglia di imparare un nuovo mestiere e questo mi affascina di più di tutto

    15. franco says:

      ceserco lavoro come panettiere a san vito chietino ho una buona esperienza nel settore

    16. patience says:

      In Abruzzo mancano panettieri perchè nesssun giovane vuole sacrificarsi a lavorare la notte?Non diciamo fesserie,perchè certamente ci sarà qualcuno che non vuole lavorare la notte ma i proprietari di panifici preferiscono assumere extracomunitari perchè li pagano molto meno di quanto dovrebbero pagare un italiano,e,questo lo so per esperienza di un mio famigliare disoccupato da 2 anni e mezzo e che in Abruzzo non trova niente.Lavori stagionali come la raccolta delle pesche,vengono chiamati extracomunitari,raccolta dei pomodori idem con patate,raccolta delle olive,vendemmia e via dicendo.Quindi smettetela di dire che i giovani o meno giovani non vogliono fare più certi lavori,forse era vero qualche anno fa ma nn adesso,adesso quel poco che c’è in Abruzzo viene dato tutto agli extracomunitari.Fra qualche anno saranno gli italiani a dover andare a lavorare per gli extracomunitari.Questo e’ il grande problema dell’Italia.Per non contare che i soliti lavori stagionali come camerieri nei bar,negli stabilimenti balneari ecc.. adesso sono a vantaggio delle ragazze e le preferite sono le romene perchè con la loro disinvoltura sanno attirare clientela maschile.Forse sarebbe meglio limitare l’entrata in Italia di questi extracomunitari,non per razzismo sia chiaro ma per tutelare i nostri lavoratori,almeno nelle regioni del Sud.

      • leandro says:

        si ma gli exstracomunitari nn sono buoni neanche a ardere.possono solo zappare e raccogliere in mezzo alla terra…vengono la maggior parte di loro dove nn imparano a far nulla…

    17. pino says:

      il capac di milano fa cagare ed è carissimo.. molto meglio quello su http://WWW.CORSOPANETTIERE.IT
      ho già visto e parlato con gente che ha trovato lavoro con questo corso.

      • 27ottobre says:

        il capac di milano non è per niente caro per la qualità del servizio che offre. io ho partecipato al corso di pasticceria, panetteria, cucina e caffetteria spendendo circa 6.000 euro. Quindi il C.A.P.A.C è consigliatissimo.

    18. dux says:

      comunque secondo me su questo “blog” ci sono molti classici italiano che pretendono che il lavoro gli venga portato sotto casa e con stipendi stellari. ecco perchè gli extra comunitari stanno comprando tutte le piazze per i migliori affari. l’italiano medio ovviamente solo negli ultimi anni si è svegliato perchè si è reso conto che i mestieri da “manager” sono tutti intasati.
      ormai con una qualsiasi laurea, molti ci si possono pulire il c…
      o si decvide di andare all’estero (svizzera pwer esempio) o rimboccarsi le maniche, specializzarsi in mestieri artigianali, fare un pò di gavetta (anche se sottopagati) e magari decidere di mettersi in proprio.
      Il mio amico panettiere non mi sembra che muoia di fame, anzi. e comunque ho notato che su siti tipo subito.it e kijiji.it stanno fioccando offerte di lavoro per panettieri ma solo specializzati con corsi seri, e per seri mi sa che non intendono quello dell’assopanificatori, visto che in 9 gg di pratica ti promettono che sarai un panettiere esperto. io ho visto che cercano molti panetieri nel veronese.
      quindi si ci può stare che nn tutti i panifici d’italia cerchino, ma ovviamente se andiamo nei panifici con la presunzione di prenderee subito di botto 3000E al mese è meglio che stiate a casa.

    19. Dux says:

      Ho notato questo sito: http://www.corsopanettiere.it ho visto che il corso è veramente professionale, ma ho notato che lo fanno in ogni città d’Italia. Ho chiesto maggiori info, poi vi faro sapere ciao!!

    20. dux says:

      se volete fare corsi di panettieri, vi conviene cercare su google.. scrivendo “corso panettiere” e la città di interesse.. cmq, io ho un amico che l’ha fatto 2 anni fa e adesso lavora in proprio.. certo nn è un mestiere alla portata di tutti.. ma però ho visto che nn guadagna male.. diciamo che si toglie molti più sfizi di me.. :-)
      mi sa che a breve lo farò anch’io.. con la stessa scuola che l’ha formato.. perchè cmq, una buona infarinatura te la da.. ovviamente, a fine corso non hai un esperienza di un panettiere che lavora da vent’anni.. però almeno sai cos avuol dire lavorare in un forno a 200 gradi..

    Invia una risposta